Malignament – Demo I

0
524

Ennesima uscita in casa Purity Through Fire. Questa volta si tratta della demo d’esordio dei finlandesi Malignament, intitolata semplicemente “Demo I”, che viene pubblicata in formato vinile 12”, con l’aggiunta di una bonus track (l’ultima canzone) rispetto all’originaria edizione digitale dello scorso anno. I Malignament sono un duo finlandese (non si sa altro di loro) che suona black metal finlandese. Chiaro? Questi due brutti ceffi non fanno nulla per discostarsi da quella che ormai è una tradizione talmente consolidata da essere diventata una vera e propria scuola e ripropongono in modo pedissequo, ma con grande classe, tutti quelli che sono gli stilemi più noti, sia a livello lirico che a livello prettamente musicale, di questo filone, che da qualche decennio a questa parte identificano senza dubbio alcuno la provenienza geografica dei gruppi che adottano questo sound. C’è da dire però che i nostri due simpatici amici sono davvero bravi, tanto da poter ipotizzare che si tratti di musicisti già rodati all’interno della scena. Infatti, pur non inventando assolutamente nulla di nuovo, ci offrono tre brani freschi e dinamici, carichi dell’oscuro misticismo e delle atmosfere sinistre tipiche dei dischi black che germogliano sempre numerosi dalla terra dei mille laghi, come mortiferi licheni nella nebbia.

L’esecuzione è muscolare e tutti i pezzi hanno un piglio epico e trionfale, sostenuto da ottime melodie, al tempo stesso sinistre ed insinuanti e di immediata presa sull’ascoltatore. Il riffing è gelido e senza fronzoli e il suono è grezzo quanto basta senza tuttavia mai risultare inutilmente cacofonico, grazie anche ad una produzione abbastanza potente e molto meno approssimativa di quello che si potrebbe pensare.

Gli attacchi frontali sono alternati con sapienza a momenti furiosamente melodici, con un buon equilibrio tra parti veloci e arrembanti e stacchi più cadenzati. Tutte le canzoni hanno sostanzialmente le stesse caratteristiche e si mantengono su ottimi livelli qualitativi, con menzione particolare per “Wolf And The Moon”, forse il brano più “norvegese” del lotto, ma anche quello più esaltante.

I riferimenti sono ovvi e vanno dai Satanic Warmaster agli Horna, passando per Behexen e Sargeist, e vista la proposta così ortodossa non avrebbe potuto essere altrimenti. I Malignament si inseriscono con sicurezza in questo solco, sprizzando fuoco e fiamme tra le nevi del Nord. Insomma, è una questione di gusti personali: se amate questo genere di sonorità, qui troverete senz’altro pane per i vostri denti. Finnish black metal come il Diavolo comanda, né più né meno: come si diceva una volta, prendere o lasciare!