Shining – X – Varg Utan Flock

0
514

Arriva con la sua cadenza regolare l’uscita della nuova fatica targata Shining, “X – Varg Utan Flock”, che in realtà è l’undicesimo full-length per la band capitanata da Niklas Kvarforth, e rappresenta il disco di una realtà ormai matura e con un suono riconoscibile. Le composizioni prendono un sapore intimista, alternando massicci riff di Dark Metal ad arpeggi, soli e divagazioni di piano; tappeti ideali dove imprimere le trame vocali, l’aspetto eccellente del disco, con una grande varietà e qualità, andando dallo screaming Black Metal al parlato, attraverso tante sfaccettature e inclinazioni che, come comune denominatore, hanno un mood sofferto e magniloquente. C’è molta attenzione nell’arrangiamento dei brani, asimmetrici e con divagazioni strumentali importanti, una scelta che predilige un’oscurità emotiva e velata piuttosto che l’approccio diretto e scarno. Questo rappresenta il punto di rottura tra gli Shining che furono e quelli di oggi, in cui lo stesso malessere viene espresso con strutture molto complesse e ricercate. I brani sono tutti lunghi e riescono a trasmettere alla perfezione il sentimento nichilista e l’atmosfera pesante, drammatica. La musica classica è un tassello fondamentale di questi Shining, se non altro per il concetto di alternanza tra alti e bassi, quiete e frastuono, ma ci sono anche schegge oniriche, che esplorano lidi di una musica Rock seminale britannica, soprattutto nella seconda metà del disco. Fondamentale la collaborazione con Andy LaRocque, chitarrista dei King Diamond, ma anche nei Death di “Individual Thought Patterns”, che collabora attivamente nella produzione del disco in questione, contribuendo anche con un solo di chitarra. Varg Utan Flock significa “lupo senza branco”. Oltre al senso di abbandono, di solitudine e di isolamento che l’immagine trasmette, ben impressa in note in questo album, il concetto rappresenta alla perfezione Niklas Kvarforth, perché tutto questo disco è costruito per reggere la sua linea vocale, con buona sostanza e un senso complessivo che dopo qualche ascolto prende forma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here