Thunderbolt – Inhuman Ritual Massmurder

0
253

Terzo full per i Thunderbolt, gruppo polacco in passato dedito ad un NSBM molto vicino al classico sound norvegese. L’album in questione rappresenta una netta svolta stilistica per i Nostri che qui propongono 43 minuti di olocausto sonoro. Supportata da una produzione ottima, infatti, la musica è ferale e sparata a mille, non disdegnando di farci sentire qualche influenza più thrasheggiante. A conti fatti, escludendo qualche episodio riempitivo ambient della durata molto limitata e una traccia posta a metà lavoro acustica, “Inhuman Ritual Massmurder” risulta davvero un disco massacrante e spacca ossa. La musica si innalza su di un drumming micidiale e presenta un guitar work abbastanza intricato, la velocità d’esecuzione viene sporadicamente alternata a stacchi, per poi ripartire di nuovo nel suo andamento dinamico. Il sound quindi si avvicina molto al Black di matrice teutonica, debitore al glorioso passato Thrash della scena e comunque influenzato dal tipico riffing Black. La forma con cui sono strutturate le 9 tracce, escludendo “Funeral of The Ancient Spirit” che è di sola chitarra acustica e sintetizzatori, hanno una struttura molto simile, soltanto dopo una serie di attenti ascolti possiamo notare le sfumature più nascoste da una produzione che, come detto, si mantiene su livelli molto alti. Le vocals, nonostante siano monotone e un po’ piatte, risultano graffianti e adatte al contesto violento e feroce del disco. In conclusione, “Inhuman Ritual Massmurder” è Black Metal primordiale e brutale, con una produzione sopra la media e una carica distruttiva mantenuta per l’intera durata dell’album. Non rappresenta nulla che potrebbe far gridare al miracolo, ma garantisce una proposta che sicuramente si farà apprezzare dagli estimatori di questa concezione del tutto distruttiva e dinamica, molto vicina a quella dei norvegesi 1349.