Necrolust – The Lords Of Chaos

0
418

Dopo aver esordito sulla lunga distanza lo scorso anno con l’apprezzabile “Awakening” (qui la recensione: http://www.blackmetalistkrieg.net/?p=4574), tornano alla carica i siciliani Necrolust con questo “The Lords Of The Chaos”, secondo full length, sempre in formato digitale, per una band che era nata nel 2006 ma che soltanto negli ultimi tempi sembra aver trovato una certa stabilità ed un buon ritmo compositivo. Questa seconda opera prosegue fedelmente il discorso stilistico del suo predecessore, aumentando ancora di più, se possibile, l’ossessività dei ritmi e rendendo ancora più asfissiante e necrotica l’atmosfera generale. I riferimenti ai vecchi Mayhem, evidentemente numi tutelari dei nostri, sono assolutamente espliciti, non solo musicalmente ma anche a livello di immagine (ed è sufficiente dare uno sguardo alla cover per rendersene conto): ci muoviamo quindi nei territori di un black metal tradizionale, decisamente oscuro e putrido. Rispetto al disco precedente il gruppo sembra aver accantonato alcune soluzioni più mefitiche e funeree preferendo invece un maggior impatto e velocità quasi sempre molto sostenute. L’aura malefica e misantropica non è però venuta meno, grazie anche al cantato sghembo e deviato di Hack che resta un marchio di fabbrica delle produzioni targate Necrolust. Altra differenza rispetto al precedente lavoro è la presenza della drum machine, che non sfigura nel contesto dissonante e bizzarro imbastito dalle note ma conferisce al tutto un piglio un po’ troppo sintetico: avrei preferito un batterista in carne ed ossa perché il sound ne avrebbe giovato in termini di pesantezza e profondità. Piccoli rilievi critici che tuttavia non inficiano il valore di un lavoro in grado di rievocare quel feeling putrescente e da cantina, autenticamente underground, che ha fatto avvicinare moltissimi di noi al black metal.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here