Comando Praetorio – Divinità Terrifiche

0
328

In edizione limitata a cinquecento copie, esce per la War Command Distribution – etichetta attiva nello scovare le realtà più interessanti dell’underground tricolore – l’ep di debutto dei Comando Praetorio, band piemontese nella quale militano membri di Bastard Saints e Movimento D’Avanguardia Ermetico. “Divinità Terrifiche” è un lavoro di black metal tradizionale, che alterna con buona perizia momenti aggressivi e raw a parti più riflessive ed atmosferiche; alternanza resa possibile dalla lunga durata dei pezzi, tutti oltre i sette minuti. Suggestioni dei nostrani Spite Extreme Wing sono veicolate in parte dalla musica ma soprattutto dalle liriche, che trattano con piglio nietzschiano di disciplina spirituale ed affermazione dell’individuo sulla massa (i pochi lupi contrapposti ai molti che formano il gregge – vedi il testo di “Figli Dell’Era Del Lupo” – oppure lo stralcio di Seneca citato nell’artwork, che loda il coraggio nelle avversità che il destino ci pone innanzi). Stilisticamente però i Comando Praetorio hanno un sound di stampo più paganeggiante, che potrebbe ricordare alcune realtà dell’Est Europa come i Graveland del periodo mediano, con qualche squarcio melodico che ben si innesta nel quadro generale (ad esempio il ritornello quasi ipnotico di “Samsara”). Piuttosto azzeccata è anche la produzione che esalta il cantato stentoreo e marziale del singer A.M. al di sopra degli strumenti. Se amate il black metal vecchia scuola, che unisce alla ferocia passaggi più malinconici, date senza esitazione un ascolto ai Comando Preatorio e non ne rimarrete delusi.