Chalice Of Blood – Helig, Helig, Helig

0
167

I Chalice Of Blood sono una band svedese attiva da oltre dieci anni ma poco produttiva – hanno pubblicato soltanto un demo ed alcuni split, oltre a questo mini lp in formato 12” – e fieramente ancorata ad un’inossidabile attitudine underground. I nostri si attengono in maniera scrupolosa e quasi deferente all’insegnamento dei maestri e danno alle stampe un lavoro che, in una ventina scarsa di minuti, rappresenta una sorta di bignami del black metal svedese più oltranzista ed ortodosso, sulla scia dei molti (troppi?) gruppi che negli ultimi anni si sono dedicati a questo genere di sonorità, strizzando l’occhio in particolare a Orcivus, IXXI, Funeral Mist e primi Watain. E così tra furiose cascate di blast beats, vocals demoniache ed un riffing serratissimo, con qualche sporadica apertura melodica, “Helig, Helig, Helig” scorre devastante e funereo ma senza veri sussulti creativi in grado di stupire l’ascoltatore. Il momento più riuscito di questo sermone satanico è la lunga “The Communicants”, traccia dall’atmosfera sulfurea e lugubre, sorretta da una linea di chitarra malevola e tagliente. Non è però sufficiente per sollevare completamente i destini di un lavoro che si attesta su livelli discreti e nulla più, e di un act che finora ha messo in mostra buona padronanza dei mezzi espressivi prescelti ma poca personalità. Solo per gli irriducibili aficionados che non possono rinunciare neppure ad un’uscita made in Sweden.