Funeral Baptism – The Venom Of God

0
874

Il progetto Funeral Baptism nasce in Argentina nel 2014 per volontà del chitarrista Damian Batista. Dopo la pubblicazione del primo ep, “Blasphemous Desires”, virato verso i lidi di un black metal con qualche moderato squarcio atmosferico, il nostro si trasferisce a Bucarest e alla band si unisce in pianta stabile il cantante Liviu Ustinescu. Con questa formazione a due il gruppo pubblica un altro ep, “Gate”, irrobustendo il proprio sound con influenze maggiormente death oriented, che sono percepibili anche in questo “The Venom Of God”, debutto sulla lunga distanza che fa della violenza e dell’aggressività le sue armi migliori. Una manciata di pezzi taglienti e brutali, un concept a sfondo satanico, un sound a metà strada tra Marduk, Urgehal e Antaeus, una produzione sufficientemente potente e abbastanza definita: questi, in ordine sparso, sono gli ingredienti che ci propongono i Funeral Baptism, senza tanti fronzoli e con estrema chiarezza di intenti. “The Venom Of God” è un album breve, veloce e ficcante, votato ad annichilire e distruggere, ma non privo di qualche passaggio più ragionato e di qualche soffocante rallentamento, venato a tratti da un’atmosfera morbosa e omicida. Un lavoro che potrebbe tuttavia rischiare di passare inosservato tra le moltissime uscite che affollano la scena estrema ma al quale gli amanti delle sonorità black più ferali ed intransigenti dovrebbero comunque dare una possibilità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here