A Forest – A Story… In A Forest

0
62

Raccolta celebrativa autoprodotta, in elegante formato doppio digipack, per gli A Forest, duo proveniente da Novara, attivo da diversi anni e formato da M e Mayhem, già membri di The True Endless e Darkness, che comprende tutto il materiale registrato e prodotto dalla band, con alcune interessanti perle di scarsa reperibilità. Il primo cd contiene i lavori d’esordio del gruppo, a partire dal demo di debutto “Fury Of The Elements” (tracks da 1 a 3), caratterizzato da suoni decisamente grezzi e da un riffing glaciale nella sua semplicità, chiaramente debitore della scena norvegese “classica”. Una prima prova sufficiente, con alcuni spunti degni di attenzione, specie per quanto riguarda gli elementi vagamente epici e pagani che il combo italico va sviluppando nel suo secondo lavoro “Tales Of Winter Frost” (tracks da 4 a 7), uscito nel 2002 via Ordo Obscuri Domini in split tape in compagnia di Vinterriket, e soprattutto nel successivo “Black Clouds” (tracks da 8 a 10), pubblicato come mini cd nel 2003 da Frozen Creations. In questo lavoro, specie nella title track, una lunga suite di oltre otto minuti di durata, si fa sentire l’influenza dei primi Satyricon e dei Behemoth di “From The Pagan Vastlands”, con passaggi atmosferici di ampio respiro e momenti acustici e riflessivi maggiormente intimisti. Gli altri pezzi (“Blind Life” e “Ways”) sono decisamente più diretti e scarni, figli illegittimi dei primi Bathory e del black/thrash degli anni ottanta. Chiudono il primo cd “Northblood”, comparsa nella compilation Blut Und Eisen Vol. 2, “Stemmen Fra Tarnet”, cover di Burzum apparsa nel tributo italiano al Conte edito in cd-r, e l’inedito “Hail Man”, pezzo che avrebbe dovuto comparire in uno split 7” con Vinterriket, mai pubblicato. Cover a parte, eseguita in modo molto fedele all’originale, ma abbastanza superflua, i due pezzi citati si mantengono su discreti standard, con un riffing marcio e black fino all’osso ed una registrazione corrosiva dannatamente old style. Il secondo cd invece è interamente costituito dall’album “The Spirit Of The Forest (To Bleed Northern Spirit)”, originariamente pubblicato nel 2003 da Wotans Reich. I pezzi riprendono ed approfondiscono lo stile di “Black Clouds”, con una più marcata incidenza dell’elemento epico, che si manifesta in un riffing avvolgente piuttosto vicino ai primi Enslaved, parti acustiche evocative e misteriose, voci profonde recitate in clean che si alternano al classico screaming, il tutto registrato in modo artigianale e grezzo. Molti anche i richiami al true black metal di scuola norvegese ed in particolare ai primi Darkthrone e al Burzum dell’omonimo album e di “Aske”, specie nei passaggi più veloci e violenti. Chiude l’opera “Bjarka”, oscura ed insinuante nei suoi oltre diciassette minuti di flebili tastiere e rumori ambientali, minimale all’ennesima potenza secondo la lezione del primo Mortiis. In definitiva questo “A Story… In A Forest”, benché uscito in edizione rigorosamente limitata (a sole ventotto copie), è una buona occasione per ripercorrere il cammino degli A Forest, band forse non di primo piano nel panorama underground nostrano, ma certamente in grado di dare alle stampe validi lavori di autentico e genuino black metal.

REVIEW OVERVIEW
Voto
65 %
Previous articleMZ 412 – In Nomine Dei Nostri Sathanas Luciferi Excelsi
Next articleEndless Hollow – Creation And Void

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here