Carpathian Forest – Fuck You All!!!!

0
248

Con “Fuck You All!!!!” torna uno dei gruppi più controversi e interessanti che la scena black ci abbia regalato in questi ultimi anni. I Carpathian Forest ci propongono un disco nel quale si sono impegnati un po’ tutti i componenti del gruppo, sfatando la sudditanza nei confronti di Nattefrost che il progetto aveva avuto dall’abbandono di Nordavind ad oggi. Come diretta conseguenza di ciò la musica, dalle forti tinte thrash, risulta leggermente più ispirata rispetto all’ultima uscita. Un’altra differenza evidente è la totale assenza di tastiere in quanto i nostri hanno voluto sfornare un disco facilmente riproponibile in sede live. Musica diretta e che fa tornare alla mente “Strange Old Brew”, non riuscendo però a bissare questo capolavoro, ma andandoci abbastanza vicino, cosa non da poco. La registrazione è grezza ma mai confusionaria, sulla scia degli ultimi lavori dei nostri per intenderci. Il disco riprende anche sfumature di black&roll, tanto utilizzate nelle ultime uscite dei grandi nomi dalla Norvegia. “Fuck You All!!!!” dimostra che i Carpathian Forest sono ancora prolifici; però la loro carriera, a quanto pare, sta decadendo lentamente. Nonostante qualche colpo inevitabilmente a vuoto, i nostri riescono a dare alla luce una proposta tutto sommato godibile nella sua immediatezza e nella sua indole disturbante. Questo album mette da parte l’utilizzo massiccio di tastiere sperimentato nel precedente “Defending The Throne Of Evil”, risultando un’uscita appetibile per tutti gli estimatore delle proposte più brutali e dirette. Un’ultima nota per la disgustosa copertina (se poi questo sia un pregio o un difetto dell’uscita dipende dai gusti) disegnata dallo stesso Nattefrost. In conclusione: un ascolto è vivamente consigliato, i Carpathian Forest non sono ancora morti ma, ovviamente, da gruppi di questo calibro ci si aspetta sempre il massimo. Questo “Fuck You All!!!!” risulta essere un discreto album anche se, con un pizzico di rammarico, si deve notare come il capolavoro sia lontano.