Urfaust – Geist Ist Teufel

0
134

Difficilmente una produzione è stata capace di emozionarmi e di donarmi così tante suggestioni sin dal primissimo ascolto. Poche parole per questo primo colpo di frusta di Urfaust, entità oscura, enigmatica ma soprattutto… geniale! Il nome deriva dalla prima versione della celeberrima opera del grande poeta tedesco Goethe, uno dei capitoli più emozionanti della letteratura occidentale (consiglio la lettura!). Di sicuro, anche se in un ambito diverso, sebbene altrettanto raffinato, gli Urfaust propongono un black metal con chiarissime influenze folk, nonché una massiccia dose di ambient suggestivo ed emozionante, che farà vibrare ogni singola corda del vostro inconscio più latente e segreto, dando prova di eccezionale capacità espressiva. L’apparato sonoro, nonostante il sound sia ruvido, grezzo e zanzaroso, non intacca, anzi esalta il pathos delle composizioni. Tutte le canzoni sono di squisita bellezza: passiamo da attimi di introspezione profonda a momenti di contemplazione di suggestivi paesaggi, sino a interessanti e originali sfuriate folk in cui la band – composta solo da due, permettetemi di ripeterlo, geniali componenti – si lascia condurre in composizioni al limite delle tradizioni popolari nordiche. Nella musica di Urfaust sentimenti, lacrime, angoscia e dolore si incarnano prendono vita propria e giungono a sfiorare o a massacrare di emozioni la psiche dell’ascoltatore in un modo tanto godibile quanto visionario… un must!