I Morbid Pest hanno fatto il loro esordio assoluto con il demo “Evocation Arum Mortuarum“, una prova classica ma d’impatto. Abbiamo approfondito con la band in questione, davvero poco loquace, le prospettive future del loro progetto.

Iniziamo con il presentarvi ai nostri lettori. Chi sono i Morbid Pest e quali sono state le tappe fondamentali della vostra nuova ma promettente carriera?

Inanzitutto ti ringrazio per la possibilità offertaci. I Morbid Pest sono un gruppo black metal,senza alcun tipo di compromessi. Le tappe fondamentali sono state, senza dubbio, la creazione del nostro demo d’esordio, unita alle recensioni positive che stiamo avendo.

Cosa suonavate con i Ferox?

Con i Ferox suonavamo sempre black metal, ma più sperimentale, acerbo e confuso, poichè non siamo nati con l’idea di fare del black, ma di fare essenzialmente la musica che usciva dalle nostre menti.

“Evocation Arum Mortuarum” è il vostro esordio assoluto. Qual’è stata la strada che avete percorso prima di sentire la necessità di esprimervi attraverso questa entità?

Sicuramente, come ti dicevo prima, la strada da noi perseguita era confusa, anche perche eravamo abbastanza inesperti, poi con il naturale evolversi del tempo, la nostra musica e la nostra ideologia si è andata formando sino al compimento, cioè i Morbid Pest .

Come impatto il vostro debutto si dimostra minimale ma, allo stesso tempo, veloce e feroce. Sentite la necessità di seguire gruppi come Frangar o Spite Extreme Wing, in linea di massima, o vi dissociate a queste bands per rivendicare una vostra identità?

Rispetto e ammiro i gruppi da te citati, ma sento delle delle differenze sostanziali a livello musicale; per quanto riguarda le idee, in particolare l’argomento della guerra, ci sentiamo in accordo con loro, anche se, per istinto puramente lirico, siamo più propensi a trattare l’occultismo e la stregoneria.

Mettendo da parte per un attimo la musica; di cosa trattano le lyrics del demo. C’è un episodio in particolare che volete illustrare?

Le liriche trattano principalmente di visioni d’ occultismo, necromanzia, magia nera, in concomitanza al disprezzo totale per la religione dogmatizzata e alla rivincita della natura sull’uomo. Il testo più emblematico è sicuramente “Necato D’Urugne”, strega esistita realmente nella Francia post-medievale. Attraverso questa figura abbiamo voluto esprimere la crudeltà, la sporca ipocrisia invereconda della chiesa e dei suoi seguaci.

Pensate che il black metal possa essere portatore di un messaggio ideale, o puntate su di uno stato terminale di nichilismo, per cui ogni sforzo viene propeso verso la distruzione?

Il black metal è musica, quindi una somma d’arte, attraverso la quale l’uomo esprime il proprio pensiero. La musica nera per noi è portatrice per essenza di visioni e ideali.

Qual’è stata la vostra impressione a seguito della presentazione del vostro lavoro? Pensate che ci sia ancora spazio per uscite underground da parte di nomi ancora sconosciuti?

La nostra impressione è stata buona. L’uscita dall’anonimato è difficile ma sono cose per cui ci vuole tempo. L’underground non è un male, la popolarità eccessiva non ci interessa, preferiamo avere poche persone che però capiscono intimamente la musica, che chi ascolta il black per moda. Penso che, se un gruppo è veramente infuso di istinto primordiale, riuscirà prima o poi a farsi riconoscere nell’ambiente underground.

Avete suonato dal vivo? Come vedete questo aspetto nella vostra musica? In caso foste interessato ad una simile sfaccettatura del genere, avreste qualche band da consigliare per la sua esibizione in sede live dalle vostre parti?

Si abbiamo suonato in alcuni locali del circondario, speriamo di avere altre occasioni, per noi l’esibizione live è fondamentale, poiché il riscontro diretto con il pubblico è importantissimo, oltre ad essere un’esperienza esaltante. Purtroppo a Ravenna e dintorni i locali sono veramente pochi e malmessi e il pubblico del genere è pressoché inesistente. Sarebbe bello poter affiancare gruppi come i Kult o i Frangar.

Progetti per il futuro?

A marzo faremo uscire il nostro full-length e lasciamo al fato le decisioni.

Le domande sono terminate. Concludete a vostro piacimento…

Ti ringrazio nuovamente, Supporto ai veri cultori. Hail Sathanas!