Goat Synagogue – Law Of The Headless Architect

0
25

“Law Of The Headless Architect” rappresenta il debutto assoluto per i Goat Synagogue, giovane quartetto greco proveniente da Atene. Si tratta di una demo tape limitata a sole 250 copie, della durata di circa 10 minuti, che mette in mostra le molte qualità di questa band esordiente. I nostri propongono un black metal old school fedele alla lezione della scuola ellenica, che nella prima metà degli anni novanta ben poco aveva da invidiare alla ben più nota scena norvegese. Primi Rotting Christ, Varathron e Necromantia vengono quindi chiamati continuamente in causa, attraverso una serie di “citazioni” che non sono mai fini a sé stesse ma che vengono sempre filtrate attraverso l’ottica personale del gruppo. I ritmi sono cadenzati ed a tratti il riffing sfocia in territori vicini al doom, anche se non mancano sfuriate belluine e colme di rabbia. I pezzi però si sviluppano con un andamento costantemente controllato ed avvolgente e sono intrisi di un gusto melodico che, pur strizzando in più di un’occasione l’occhio al più classico heavy metal di matrice ottantiana, mantiene un sapore sinistro ed arcano ed un’aura occulta ed infernale. Un ruolo importante in questo senso è giocato dalle tastiere, che tessono trame semplici ma efficaci, senza mai soverchiare il guitarwork, che fortunatamente rimane il vero protagonista del sound. Un lavoro che potrà essere considerato derivativo quanto si vuole ma che risulta estremamente convincente, partorito da un gruppo che lascia intravedere buone potenzialità compositive ed esecutive.