Vita Odiosa – Viale Del Tramonto

0
529

Demo d’esordio, completamente autoprodotto, partorito dalla mente di Dolore, già membro della black metal band partenopea Gort con lo pseudonimo di Wolf. L’idea del progetto solista nasce dalla volontà dell’unico membro di questa band, di proporre in chiave musicale emozioni e sensazioni decisamente distanti dallo stile e dalle tematiche trattate dal gruppo sopra citato. Un progetto quindi estremamente personale, come è giusto che sia, realizzato con mezzi caserecci che, inevitabilmente, inficiano parecchio la buona riuscita della release. I tre pezzi poggiano le loro basi su un sound di chiara matrice depressive dai toni atmosferici, grazie soprattutto all’utilizzo dei synth costantemente presenti. Ogni brano, infatti, si snoda attraverso un tappeto tastieristico piuttosto suggestivo e dai toni mesti e decadenti, che mi ha vagamente ricordato i Godkiller o i Silencer. La drum machine, programmata in maniera fin troppo semplice su ritmi costanti per tutta la durata del demo, conferisce un suono a mio parere troppo sintetico, privo di quella corposità che avrebbe meglio sostenuto e scandito i tempi lenti e dilatati peculiari del genere in questione. La registrazione casalinga penalizza anche le vocals le quali irrompono violentemente sovrastando gli strumenti, rivelandosi quasi un elemento di disturbo. La produzione estremamente grezza purtroppo non consente di fornire una valutazione migliore; le idee e la volontà di certo non mancano, ed è da apprezzare sicuramente il coraggio di cimentarsi in prima persona in una esperienza del tutto nuova e con mezzi “di fortuna”. Speriamo che in futuro i Vita Odiosa possano acquisire una maggiore padronanza dei mezzi che gli consenta di mettere in risalto le qualità compositive che in questo lavoro sono purtroppo poco percepibili.