Svartsyn – Destruction Of Man

0
971

Gli Svartsyn, combo nel quale milita il primo batterista dei Dark Funeral, “Draugen”, sono un gruppo svedese dedito ad un Black Metal particolarmente oscuro. E’ evidente la presenza di un ottimo alone di malvagità per tutta la durata del disco, merito anche di una produzione che esalta tutti gli strumenti ma, allo stesso tempo, riesce a conferirgli un suono avvolgente e corposo. L’inclinazione stilistica è indirizzata maggiormente verso il tipico sound darkthroniano, soltanto a tratti spunta la venatura swedish. Vengono preferiti principalmente tempi lenti che a volte lasciano spazio a leggere accelerazioni, la mira intrapresa, però, preferisce amplificare il senso claustrofobico e asfissiante mantenendo alto il livello di malvagità senza mai sfociare nella mera violenza. Un cantato particolarmente catacombale e basso si colloca perfettamente in questa proposta. L’album è ben strutturato e ben suonato, forse presenta pezzi che nella loro indole non riescono mai a risultare esaltanti. Le sette tracce durano tutte molto, spesso superando i sei minuti. Il disco ha un ottimo suono ed è suonato bene come già detto, il problema principale risiede a livello di songwriting. Si nota poca ispirazione in quanto, alla fine, le soluzioni intraprese sono sempre le stesse. Il disco si sorregge, quindi, su un buon impatto oscuro e malvagio. Le canzoni sono tutte simili e sulla sufficienza, difficilmente vi accorgerete della fine di un pezzo a favore dell’inizio di un altro. Tale staticità si sarebbe potuta colmare con l’inserimento di parti più “sperimentali” e ricercate. “Destruction Of Man” risulta altalenare fra spunti degni di nota e di indubbio valore e parti fini a se stesse. Quaranta minuti di Black monocorde, oscuro, lento… questo è quello a cui andiamo incontro. Penso che l’album in questione potrà fare felici i sostenitori più intransigenti del Black Metal privo di compromessi di sorta e gli amanti di sonorità particolarmente tetre. Questi pregi però sono accompagnati da una carente brillantezza compositiva che rende l’album sufficiente e nulla più.

REVIEW OVERVIEW
Voto
60 %
Previous articleDraugr – Spirits Of The North
Next articleForgotten Tomb – Springtime Depression
TRACKLIST<br> 1. Archedemon Of Binah; 2. Children Of Plague; 3. Demons Walking On Earth; 4. Towards Chaos; 5. Devil's Image; 6. Enemies From Beyond; 7. Destruction Of Man<br> DURATA: 41 min. <br> ETICHETTA: Sound Riot<br> ANNO: 2003svartsyn-destruction-of-man