Ad Noctum – The Excellence Of Supremacy

0
1288

Gli Ad Noctum sono un’oscura band di provenienza danese che esce con quest’opera per un’etichetta ancora più oscura, la semisconosciuta Ancient Darkness Production la quale ristampa, in un’unica confezione, due precedenti lavori del gruppo, la demo “Jus primae noctis”, risalente al 1999, ed il mini “The excellence of supremacy”, del 2000, oltre ad un singolo pezzo “Apoptosis”, anch’esso datato 1999. A dispetto delle loro origini gli Ad Noctum propongono un black metal di chiara marca svedese, selvaggio, spietato e velocissimo, fortemente debitore della triade infernale Setherial, Dark Funeral e Marduk (soprattutto primo periodo), con alcune varianti che rendono piuttosto personale il sound della band e piacevole l’ascolto. Infatti su un furioso tappeto di riffs assassini e batteria schiacciasassi gli Ad Noctum inseriscono (specie in capo ed in coda alle songs) passaggi melodici assai accattivanti nella loro “brutalità” (che ricordano da vicino alcune cose dei Thy Primordial) oppure arpeggi inaspettati che accompagnano diversi cambi di tempo ed atmosfera all’interno dello stesso pezzo. Spiazzante è anche l’uso, per la verità limitato ma sicuramente efficace per l’effetto di contrasto che intende creare, di una voce di soprano angelica e soave in alcuni passaggi più cadenzati, come pure l’utilizzo del pianoforte a spezzare l’assalto sonoro cui da vita la band, dando maggior respiro ai pezzi. Meno riuscita è invece l’alternanza, in alcune songs, del doppio cantato in screaming e growling, per l’eccessiva cupezza e gutturalità di quest’ultimo che sembra giustapposto quasi artificialmente alla carneficina swedish style proposta dal gruppo. L’episodio migliore è senz’altro la lunga ed articolata “Satans son”, ma in generale tutte le canzoni della prima parte del disco, che sono però quelle più recenti, si fanno apprezzare per una vena compositiva maggiormente ispirata, graziata anche da una produzione molto pulita ed efficace che esalta la rabbia distruttiva dei Nostri, mentre i pezzi più datati appaiono più fiacchi e poco personali. Gli Ad Noctum, pur non essendo certamente una band trascendentale, dimostrano comunque di saper manipolare con sapienza la materia sonora da loro scelta per vomitare tutto il loro disgusto e disprezzo verso la razza umana, e di essere abili nel creare atmosfere putride e sulfuree pregne di autentico odio e volontà di distruzione. Un prodotto non indispensabile quindi, ma che senza dubbio potrà essere apprezzato da chi ama un sound marcio e potente made in Sweden.

REVIEW OVERVIEW
Voto
70 %
Previous articleConfusion Gods – Darkened
Next articleAivarim – Adore Mortal Passion
TRACKLIST <br> 1. Excellence of supremacy; 2. Fog of damnation; 3. Silentium diabolis; 4. Dodsvandring; 5. Satans son; 6. Apoptosis; 7. Jus primae noctis; 8. Civilisatan; 9. Smerten i livet; 10. Hadet til lyset; 11. Die in fire; 12. Deathcrush (Mayhem cover) <br> DURATA: 55 min. <br> ETICHETTA: Ancient Darkness Productions <br> ANNO: 2004ad-noctum-the-excellence-of-supremacy