Laeta Mors – Perpetual Decay 233

0
1240

Dispiace stroncare in questo modo una nuova realtà nostrana ma la proposta dei Laeta Mors mi è parsa decisamente confusionaria e priva di costrutto. I nostri tentano di realizzare un ibrido tra black, death e thrash finendo per dare corpo a songs brevissime e raffazzonate, sicuramente violente e d’impatto, ma davvero povere di idee e di ispirazione, per non dire senza capo né coda. I riff sono approssimativi e poco incisivi, il tutto è molto confusionario e non si capisce proprio dove la band voglia andare a parare. La produzione artigianale e casereccia certo non aiuta, anzi aumenta se possibile la fastidiosa sensazione di caos imperante. A ciò si aggiunga una drum machine programmata approssimativamente, con un suono troppo sintetico e leggero, vagamente “industriale”, che c’entra poco con quello che vorrebbe essere il feeling brutale del lavoro ed affossa definitivamente la qualità dello stesso. Spunti d’interesse praticamente nulli e una resa sonora insufficiente fanno riporre ben poche speranze nel futuro di questi Laeta Mors. Bocciati senza appello.

REVIEW OVERVIEW
Voto
45 %
Previous articleOnirism – The Well Of Stars
Next articleMortiis – Anden Som Gjorde Oppror
laeta-mors-perpetual-decay-233TRACKLIST <br> 1. Land Of Suffering; 2. My Life Is Your Defeat; 3. Unnatural Regression; 4. Ghosts Of Mind; 5. Perpetual Decay 233; 6. Lighthouse Keeper; 7. Murder; 8. Eternal Death <br> DURATA: 22 min. <br> ETICHETTA: Autoprodotto <br> ANNO: 2005