Uhtcearu – The Plight Of Wanderers

0
1079

Uhtcearu, strano termine anglosassone di origine proto-germanica, traducibile con “ansia che precede l’alba”, sensazione di misterioso disagio e agitazione che si prova durante un’insonnia notturna, in attesa dell’alba per dissipare l’oscurità. A dispetto di questo monicker assai psicologico la musica del terzetto americano (i cui 2/3 militano anche nei validi Arbor) è molto concreta e immediata, basata com’è su direttrici melodic black non dissimili da Cormorant e Take Over And Destroy, per fare due nomi americani, già comparsi su queste pagine. “The Plight Of Wanderers”, debutto del trio del Wisconsin, è infatti un album di sicuro impatto, che si avvale di un ottimo groove di base, a sostegno di un impianto melodico semplice ma efficace. Piacciono in questo senso gli sporadici echi thrash e sludge, che emergono qua e là nel robusto rifferama di Dustin Studelska. Quando gli Uhtcearu spingono il piede sull’acceleratore l’atmosfera si fa rovente, con il drumming ossessivo di Noel Chandek sugli scudi (“Beyond My Dreams”, “When The Stars Fell Down”), ma è nei brani più melodici che, a mio parere, si riconosce lo spiccato gusto della band per la tradizione metallica più pura ed epica, come ben esemplificano “Epoch Breaker” e “Mantra”. Il risultato generale è un album vario e molto godibile, che può piacere a un segmento ampio di ascoltatori, dai blackster in cerca di qualcosa di leggero, ai metallari più tradizionalisti che necessitino di una dose supplementare di oscurità sonora. Per questi motivi non mi stupirei affatto di vedere presto gli Uhtcearu nel roster di qualche indie label, sebbene la dimensione DIY continui ad avere l’indubbio fascino della totale libertà artistica, valore sempre più raro e prezioso.

REVIEW OVERVIEW
Voto
75 %
Previous articleTwilight – III: Beneath Trident’s Tomb
Next articleEpistasis – Light Through Dead Glass
TRACKLIST <br> 1. Rite Of Passage; 2. Beyond My Dreams; 3. A Shelter For Forgotten Souls; 4. Epoch Breaker; 5. When The Stars Fell Down; 6. Mantra; 7. Searching For The Dawn <br> DURATA: 42 min. <br> ETICHETTA: Autoprodotto <br> ANNO: 2016 uhtcearu-the-plight-of-wanderers