Nokthe – Peste Umana

0
1142

Secondo full length per i Nokthe, duo nostrano sconosciuto ai più, formato da MNotte alla voce e alle chitarre e The Voice of Dagon al basso e al drum programming, attivo da qualche anno e fautore di una proposta davvero interessante e per certi versi fuori dai consueti schemi. I nostri infatti propongono un black metal dalle forti venature industriali, sulla scia di acts quali Nephenzy Chaos Order (ma senza influenze death), primi Zyklon-B e Niden Div. 187, riuscendo ad essere personali e convincenti. Il riffing è semplice e diretto, quasi elementare, ma risulta estremamente graffiante e violento, ben supportato da una drum machine programmata su tempi folli, con cambi di ritmo pressoché inesistenti. Un vero monolite di war black metal dal sapore sintetico che riesce ad unire sonorità raw e true con tentazioni moderniste. Le song sono tutte molto brevi, autentiche pugnalate al cuore dell’ascoltatore che non può far altro che lasciarsi travolgere da cotanta devastazione sonora. Non manca qualche episodio più punkeggiante, come la title track o “Fredda Pelle” e in questi casi si ha davvero l’impressione di ascoltare una versione futuristica dei Bathory o degli Impaled Nazarene, anche se il sound resta sempre ruvido e grezzissimo. Buono il cantato, costantemente filtrato e tagliente, su testi in italiano carichi di rabbia repressa e furia iconoclasta. Un bel disco, potente e distruttivo, per chi ha voglia di non continuare a volgere lo sguardo al passato senza tuttavia scordarsi delle proprie radici.

REVIEW OVERVIEW
Voto
70 %
Previous articleEzgaroth – D.C.L.X.V.I: The Order
Next articleNex – Totalitarian Leader
TRACKLIST <br> 1. Errore Umano; 2. Elite; 3. Fottuta Realtà; 4. Peste Umana; 5. Come Lupo; 6. Carne Sangue; 7. Fredda Pelle; 8. Generazione <br> DURATA: 29 min. <br> ETICHETTA: Arkan Production <br> ANNO: 2006nokthe-peste-umana