Luctus / Argharus – Sonitus Caeli Ardentis

0
699

Davvero degno di attenzione questo split pubblicato dalla Ledo Takas Productions che vede la partecipazione di due band lituane di sicuro interesse. Ad aprire le danze sono i Luctus, gruppo per certi versi italiano sia perché il suo leader vive stabilmente a Roma, sia perché tra le sue fila militano membri dei nostrani Throne Of Decadence. Lo stile dei pezzi non si discosta molto dal war black metal già proposto nei due precedenti album, “Ad Arma!” e “Monument Of Hate” (dal quale peraltro sono tratti alcuni brani presenti in questo split), risalenti rispettivamente al 2004 e al 2006, anche se l’elemento thrash, un tempo decisamente in secondo piano pur se ben percepibile, è oggi molto più evidente. Il riffing tuttavia, contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare da una proposta di questo tipo, non è affatto grezzo e primitivo, ma piuttosto levigato e “moderno” pur nella sua innegabile ferocia, ulteriormente sottolineata da una produzione nitida e tagliente. La sezione ritmica è sorretta da un drumming preciso e chirurgico che si mantiene quasi sempre su tempi veloci e da un basso costantemente presente, che fanno da perfetto contraltare ad un cantato abrasivo e pungente su liriche cariche di odio guerresco e patriottismo. Una prova davvero convicente per un combo che meriterebbe una maggiore visibilità. Altrettanto buona è la prestazione degli Argharus, band al suo debutto assoluto, portabandiera di un true black metal selvaggio e primordiale, che non disdegna però momenti atmosferici e passaggi più cadenzati. La registrazione leggermente più caotica e sporca rispetto alla prima parte dello split risulta maggiormente adatta alla proposta dei nostri, che riprendono il classico riffing di matrice norvegese mescolandolo con un approccio melodico non troppo distante dalla scuola finlandese ed il risultato è una musica oscura ed avvolgente, gelida e notturna, con qualche accenno pagan nella migliore tradizione esteuropea. “Sonitus Caeli Ardentis” è un lavoro da ascoltare, anche per scoprire la scena di un paese, la Lituania, finora avaro di gruppi di una certa levatura: un’importante conferma per i Luctus ed un ottimo trampolino di lancio per gli Argharus.

REVIEW OVERVIEW
Voto
70 %
Previous articleBlackStream – Necromantical Fullmoon Spells
Next articleArs Macabra / Cosmic Ekpyrosis – Nil Sine Deo
TRACKLIST <br> Luctus 1. World Of Blades; 2. Filthy Blood, Guts And Shit; 3. Uz Lietuva!; 4. Don't Sign The Armistice; 5. Age Of Decadence; 6. No Future (For Your Future); Argharus 7. Nusiramink Pries Audra; 8. Pasauktas Delcios; 9. Zvaigzdes Aukstybej Uzges; 10. Nieksas <br> DURATA: 47 min. <br> ETICHETTA: Ledo Takas Productions <br> ANNO: 2007luctus-argharus-sonitus-caeli-ardentis