Absurd – Totenlieder

0
1345

“Totenlieder” è la terza fatica sulla lunga distanza per i tedeschi Absurd, band universalmente riconosciuta tra gli iniziatori del movimento NSBM, e nota anche per le vicende giudiziarie che hanno visto coinvolto il suo leader Ronald Möbus aka Wolf. In effetti i nostri sono stati tra i primi ad inserire tematiche esplicitamente politiche nei loro testi ed a fare dell’appartenenza ideologica più intollerante una loro caratteristica peculiare. “Absurd spielen deutschen black metal”: questo proclama campeggia nel booklet del cd e va a definire con precisione la musica del gruppo teutonico. Si tratta di un black metal grezzo ed essenziale, dal riffing nervoso e scarno, ma dalle atmosfere molto epiche ed in certa misura folkeggianti. Questo elemento è messo maggiormente in evidenza nella presente release rispetto alle precedenti prove del combo germanico, che riesce in questa occasione a creare un feeling pagano, fiero e marziale, grazie all’uso di cori potenti ed evocativi e di vocals pulite, anche se sempre sguaiate e grezze, vicine allo stile “ubriaco da osteria”, alternate ad uno screaming sofferto ed espressivo, fuori dai consueti canoni. Non mancano, anzi sono ben presenti, le influenze rac e thrash, che vanno ad arricchire un songwriting comunque ben ancorato alla tradizione black, rendendolo ancora più variegato e cangiante, per una proposta che resta complessivamente molto compatta ed omogenea. Le liriche sono ispirate ai consueti temi legati all’immaginario mitologico e leggendario delle grandi saghe nordiche, quasi a reclamare e sottolineare una volta di più quell’identità di popolo e territorio e quella sorta di “supremazia culturale” che costituiscono altrettante caratteristiche essenziali del NSBM. Gli Absurd hanno incarnato ed incarnano l’anima più intransigente e no compromises di un certo modo di intendere, suonare e vivere il black metal, e continuano ad influenzare moltissime band; quest’album, ristampato qualche anno dopo con l’aggiunta di qualche bonus tracks, rappresenta forse la sintesi più compiuta del loro concept, musicale e non solo.

REVIEW OVERVIEW
Voto
80 %
Previous articleKafirun – Glorification Of Holy Death
Next articleNova
TRACKLIST <br> 1. In Die Schlacht; 2. Nordmännerlied; 3. Stahl Blitzt Kalt; 4. Der Hammer Zerschmettert Das Kreuz; 5. Gemetzel in Der Felsenschlucht; 6. Der Scharlachrote Tod; 7. Wolfsherz; 8. Nachtraunen; 9. Sturm; 10. Wenn Walküren Reiten <br> DURATA: 36 min. <br> ETICHETTA: Nebelfee Klangwerke <br> ANNO: 2003absurd-totenlieder