Abazagorath – Sacraments Of The Final Atrocity

0
925

Secondo full per gli statunitensi Abazagorath, gruppo che è sulla scena dal 1995 e che non è stato mai troppo prolifico in termini di uscite. “Sacraments Of The Final Atrocity” propone un black metal che è il connubio tra una componente più ferale ed un certo gusto melodico. Il disco viaggia su velocità mediamente sostenute presentando una sezione ritmica molto solida e mai esasperata; le chitarre dipingono sul tappeto ritmico un numero considerevole di riffs, spesso dal sapore melodico. Per riempire ulteriormente il muro sonoro vengono sviluppate alcune linee di tastiera, sempre a seguito delle chitarre e mai particolarmente in primo piano. Non vengono mai messi in secondo piano gli stralci più atmosferici, momenti che risultano sempre interessanti in quanto spezzano l’andamento dei pezzi e lasciano respirare prima del successivo assalto sonoro. Sicuramente la proposta si avvicina maggiormente ad una concezione del black svedese, anche se i suoni qui appaiono più caldi del solito e la velocità di esecuzione, come già accennato, non è sempre alta. Quindi l’album appare ben pianificato, non lasciandosi mai andare a sfuriate troppo caotiche, come fanno ad esempio i connazionali Kult Ov Azazel, ma piuttosto preferendo la precisione e l’ordine. Ad aumentare questa sensazione c’è anche l’ottima produzione, davvero sopra la media per gli standard del genere. Considerando la durata e la complessità dei pezzi a livello di songwriting questo “Sacraments Of The Final Atrocity” vi potrà tenere impegnati in molteplici ascolti, riuscendo a non cadere quasi mai in attimi morti o troppo noiosi. Gli Abazagorath sono pienamente promossi grazie a questo lavoro; come miglioramento si potrebbe aumentare l’incisività dei pezzi che, pur viaggiando tutti su livelli discreti, non propongono quasi mai momenti davvero memorabili. Comunque agli amanti delle sonorità d’atmosfera ma allo stesso tempo ferali e con un pizzico di melodia, questi Abazagorath faranno sicuramente una buona impressione.

REVIEW OVERVIEW
Voto
70 %
Previous articleEdenkaiser – Doomsday Juggernaut
Next articleDark Fortress – Eidolon
TRACKLIST <br> 1. Sacraments of The Final Atrocity; 2. Ancient Steel; 3. And The Skies Opened; 4. The Citadel of Lies; 5. Lifeless; 6. Weapon of Unholy Wrath; 7. Where The Depths Last Forever; 8. Buried In Hell; 9. Death And Necromancy <br> DURATA: 55 min. <br> ETICHETTA: Morbid Wrath <br> ANNO: 2004abazagorath-sacraments-of-the-final-atrocity