Black Funeral – Waters Of Weeping

0
361

I Black Funeral, un po’ da sempre, per la loro proposta estremamente criptica e di difficile assimilazione, o li si ama o li si odia! Per questo motivo è particolarmente arduo attribuire un giudizio numerico all’ultimo disco rilasciato dai nostri. In questa nuova fatica della band statunitense le musiche sono curate da Diabolus (Vrolok) mentre vocals e concept dalla mente della band, Michael Ford. “Waters Of Weeping” contiene sia momenti facilmente riconducibili al black più classico e disturbante che sostanziosi inserti industrial dal sapore esoterico. Ritengo che, rispetto alla precedente prova del gruppo (“Ordog”, uscito un paio di anni fa), questo nuovo album sia leggermente più ispirato e riuscito, nonostante venga mantenuta la tendenza ad estremizzare la proposta fino a renderla quasi inaccessibile anche ad ascoltatori abituati alle estremizzazioni più violente. “Waters Of Weeping” è un omaggio alla malvagità più totale; ogni aspetto, dall’artwork al songwriting, fino ad arrivare al concept, è totalmente oscuro ed opprimente. Il disco è vario, ma riesce allo stesso tempo a mantenere un andamento omogeneo e compatto. La produzione, come ci si poteva aspettare, è molto approssimativa ma il muro sonoro costruito dagli strumenti appare comunque convincente, soprattutto rapportato ad una proposta di questo genere. “Waters Of Weeping” contiene un black metal sufficiente accompagnato da un interessante alone oscuro, strisciante ed inesorabile, che rappresenta il vero punto di forza del disco. Se si apprezza il black che lascia poco o niente alla facile melodia e che riesce a creare atmosfere evocative e disumane, questo nuovo album dei Black Funeral sarà apprezzato. In caso contrario, anche se “Waters Of Weeping” è superiore alle precedenti prove della band, difficilmente questa nuova proposta susciterà interesse. I Black Funeral, comunque la si pensi, restano un’entità fedele allo spirito black metal più incontaminato ed ostinato, sempre riproposto in ogni uscita nel corso degli anni.

REVIEW OVERVIEW
Voto
70 %
Previous articleSleeping Village – Fragments
Next articleFuneral Fornication – Murder Cult Eidolon