Azazel – The Night Of Satanachia

0
172

Probabilmente tra i numerosi prodotti undreground black metal pubblicati intorno alla metà degli anni novanta, questo ep dei finnici Azazel, ai tempi un trio ed oggi completamente scomparsi dalle scene (mi sembra di ricordare per qualche disavventura carceraria del leader Satanachia), sarà passato per molti inosservato. Ed è un vero peccato perchè vale invece la pena di riscoprire questa testimonianza del passato, significativa pur nella sua breve durata. “The Night Of Satanachia” si apre e si chiude con dei minimali stacchi dal sapore tribale, accompagnati da brevi parti recitate, ad incorniciare quattro pezzi altrettanto semplici e lineari di puro ed incontaminato black metal di stampo darkthroniano. Il riffing elementare non disdegna qualche passaggio più melodico e riesce ad essere anche accattivante, come nella tetra e vampiresca “Succubus Seduce Me”, il brano migliore del lotto insieme alla veloce e bathoryana “The Glow Of Golden Fullmoon”. Gli Azazel devono molto ad altri gruppi finlandesi come Diaboli e Barathrum, dei quali riprendono soprattutto un certo tipo di atmosfera mistica e arcana. Se avete amato alla follia dischi come “Diabolical Fullmoon Mysticism” o “Those Of The Unlight”, sicuramente l’ascolto di questo lavoro vi catapulterà indietro nel tempo e non potrà lasciarvi indifferenti. Un disco pregno del sentore marcio della vecchia scuola per una band che avrebbe certamente meritato di continuare la propria carriera.