Via Dolorosa – Immortal Ad Vitam

0
2162

Via Dolorosa sono ben noti ai frequentatori della scena underground nostrana. Attivi da circa sedici anni, come ogni band “di culto” che si rispetti – qualunque significato si voglia attribuire a questa definizione –, hanno dato alle stampe una quantità incredibile di materiale nei formati più disparati (demo, ep, split) ed in edizioni rigorosamente limitatissime (proponendo però quasi sempre le stesse canzoni; per un’antologia completa consiglio l’esaustiva raccolta “Discipline And Ironfist”) ed ora approdano finalmente al debutto sulla lunga distanza, con una formazione rinnovata ma mantenendo fede al loro concept ed alla loro attitudine fieramente old school. “Immortal Ad Vitam”, fin dall’immagine di copertina, ripropone tematiche legate all’immaginario mitologico e filosofico indiano, da sempre care all’ensemble italiano, e recupera sonorità black avvolgenti e cupe, pregne di atmosfere gelide e di sinistre melodie. Il disco prende dunque in parte le distanze dal lato più feroce e brutale della musica dei nostri (ben presente in altre uscite, come il recente “Cavalcare La Tigre”) e recupera il discorso stilistico iniziato dalla band agli albori della propria carriera e sviluppato in lavori quali “I Giorni Del Combattimento…” (2003). A ciò si aggiunge una patina sintetica abbastanza spiccata, che rimanda immediatamente ad un sound più virato verso lidi industrial, incarnato sia nei brevi intermezzi che separano i pezzi veri e propri sia nell’uso sistematico della drum machine, peraltro ben programmata e bilanciata tra momenti più cadenzati e sfuriate al fulmicotone. La registrazione è fredda e sufficientemente sporca, pur non raggiungendo le vette di grezzume toccate in altre uscite del gruppo, ben più vicine ai limiti della pura cacofonia. Dopo una lunga militanza, c’è da augurarsi che questo primo full length possa rappresentare un nuovo inizio (le basi ci sono, anche per una futura ed ulteriore evoluzione sonora), che privilegi la novità e la qualità piuttosto che la quantità: e lo dico da fan e sostenitore.

REVIEW OVERVIEW
Voto
70 %
Previous articleOpera IX – Anphisbena
Next articleBelphegor: un’anteprima del loro prossimo album
via-dolorosa-immortal-ad-vitamTRACKLIST <br> 1. Finesistenza Della Morte; 2. Prabha Mandala; 3. Vergine Delle Battaglie; 4. Risveglia La Mia Anima; 5. La Resurrezione Dell’Eroe; 6. Per Aspera Ad Astra; 7. Jude Rein; 8. Dharmakshetra <br> DURATA: 34 min. <br> ETICHETTA: Werewolf Promotion <br> ANNO: 2015