Cultfinder – Black Thrashing Terror

0
936

I Cultfinder sono una giovane band anglosassone praticamente all’esordio, se si esclude un demo uscito nel 2011. “Black Thrashing Terror” è un ep di breve durata, pubblicato in edizione limitata a 333 copie numerate a mano, che già dal titolo e dall’artwork mette immediatamente in chiaro le intenzioni così come l’approccio musicale e lirico di questo gruppo. I nostri propongono infatti un black/thrash d’annata, indiavolato, ferale e blasfemo, assolutamente privo di originalità ma carico di (in)sana attitudine old school. Tre pezzi dannatamente in your face che sono tre fucilate senza compromessi, caratterizzate da un riffing serratissimo e cacofonico e dall’andamento furioso, senza particolari variazioni salvo che nella più meditata (si fa per dire) “Witching Curse”. Decisamente convincente la prova vocale del singer Rob Belial, dall’ugola ruvida come carta vetrata. Le influenze stilistiche sono facilmente individuabili: primi Bathory, Sodom, Kreator ma anche Slaughter, Horned Almighty, Aura Noir e Witchburner. Se amate questi acts e lo speed metal più brutale ed estremo troverete interessante questa uscita. Un discreto pugno nello stomaco nell’attesa di una prova sulla lunga distanza.