Infamous – Torrid Summer Misanthropy

0
336

Demo d’esordio, limitato a cinquanta copie numerate a mano, per Infamous, one man band proveniente dalla Sardegna (per la precisione da Cagliari), dietro la quale si cela il mastermind S.A., che si occupa di tutti gli strumenti e della voce, coadiuvato da Alessandro, già membro di Sine Luce e Crowned In Thorns, alle tastiere. La musica proposta da questo progetto è un black metal vecchio stampo che alterna in un buon equilibrio le tipiche sfuriate belluine di scuola norvegese con parti più atmosferiche ed altre che virano verso sonorità vicine al depressive. C’è anche una buona dose di melodia nel riffing degli Infamous, che riesce ad essere costantemente ispirato, assorbendo e rielaborando influenze da gruppi come Sargeist, Leviathan e Mutiilation. Il cantato invece è uno screaming lacerato e distante, sulla scia dello stile adottato da Varg Vikernes nei suoi primi lavori. La produzione è tipicamente underground ed in questo caso inficia non poco il risultato finale perchè eccessivamente ovattata e ricca di echi e riverberi. Il titolo di questo disco vuole probabilmente rivendicare una certa distanza dai consueti stereotipi nordici ma, da un punto di vista musicale, la vicinanza è innegabile. Continuità con la tradizione, quindi, ma in un contesto per quanto possibile originale, quanto meno dal punto di vista del concept, in qualche modo legato alla provenienza geografica mediterranea dei musicisti coinvolti nel progetto: qualcosa di simile avevano tentato di farlo i siciliani Mourning Soul. La personalità c’è e gli spunti interessanti anche, vedremo come questo gruppo saprà proseguire lungo la propria strada.