Caina – Some People Fall

0
868

Full length d’esordio per questa one man band proveniente dall’Inghilterra, terra storicamente piuttosto avara di buoni gruppi black metal, fatta qualche debita eccezione, dedita ad inizio carriera a sonorità raw ed ora approdata a lidi post rock soffusi ed atmosferici. L’elemento black non è del tutto scomparso e si fà sentire in tracce quali “Satanikulturpessimism” e “The Mother”, sotto forma di riff marcissimi e vocals dilaniate e laceranti, ma sono i paesaggi sonori avvolgenti e languidi tipici della psichedelia a caratterizzare l’album per quasi tutta la sua durata. Lo spunto originale è certamente interessante ma raramente l’idea di partenza raggiunge picchi di genialità. Spesso i pezzi si perdono in lunghe e morbide divagazioni pseudo ambient che, in alcuni casi come la title track o la conclusiva “Goetic Shadowcabaret”, risultano davvero pesanti per non dire inconcludenti. Il resto dell’album si attesta invece su livelli sufficienti, anche se la sensazione prevalente è quella di scarso equilibrio ed amalgama tra la componente black e quella dark rock e paradossalmente gli episodi più riusciti sono proprio quelli legati ad un sound più tradizionale e meno innovativo. “Some People Fall” è un’opera di complessa assimilazione, non tanto e non solo per la sua natura sperimentale e poco convenzionale (che farà storcere il naso a tanti puristi, veri o presunti), che porta all’estremo il discorso musicale intrapreso su altre coordinate stilistiche (e con altri risultati) da band quali Katatonia o ultimi Forgotten Tomb, quanto piuttosto per l’insistenza sui medesimi stilemi, che azzera l’effetto sorpresa e rende i pezzi tutti molto (troppo) simili gli uni agli altri, facendo sì che il risultato finale alla lunga risulti scarsamente fluido, a tratti estenuante. Si tratta in ogni caso di un disco da non disprezzare, capace di donare emozioni oscure e di trasportare in dimensioni oniriche, se ascoltato con la dovuta apertura mentale ed in stati d’animo adeguati. A voi la scelta.

REVIEW OVERVIEW
Voto
60 %
Previous articleCarnival Of Flesh – Stories From A Fallen World
Next articleLamentu – Liack
TRACKLIST <br> 1. Some People Fall; 2. The Validity Of Hate Within An Emotional Vacuum; 3. Black End Time Collapse; 4. Satanikulturpessimism; 5. Abraxas Gate; 6. The Mother; 7. Inside The Outside; 8. Goetic Shadowcabaret <br> DURATA: 53 min. <br> ETICHETTA: God Is Myth Records <br> ANNO: 2006caina-some-people-fall