Impaled Nazarene – Eight Headed Serpent

0
1731

Blasfemia, guerra nucleare, pornografia becera e dedizione a tutto ciò che è politicamente ed eticamente scorretto: è questo che Mika Luttinen e la sua ciurma di depravati ci propinano con costanza da trenta lunghi anni, tra album seminali ed alcuni trascurabili, ma pur sempre di qualità ben superiore alla media nel genere. Dopo il non certo fondamentale “Vigorous And Liberating Death”, il combo di Oulu ha deciso di prendersi una cospicua pausa, di ben sette fottuti, lunghi anni; un lasso di tempo necessario per scrivere un nuovo caposaldo della loro variegata discografia patriottico-satanica, riuscendo solo in parte in questo ambizioso intento. Questo tredicesimo sigillo è ciò che rappresenta al meglio gli Impaled Nazarene oggi, senza aggiungere né togliere nulla a quanto già avevano finora scritto nelle pagine della bibbia nera del metal estremo. Niente di nuovo, nessuna scintilla di innovazione; anzi, tanta ignoranza troglodita senza tempo, in un mix equilibrato tra black metal, hardcore punk e attitudine da centro sociale, che è un po’ il marchio di fabbrica inconfondibile di Mr. Luttinen & Co. Appena parte il disco ci si rende subito conto che non abbiamo a che fare con gli ultimi coglioni che hanno preso in braccio gli strumenti per puro diletto; “Eight Headed Serpent” è un disco suonato e prodotto alla perfezione, dove tutto è al suo posto, piaccia o meno.

Non aspettatevi la violenza primitiva e acerba di “Tol Cormpt Norz Norz Norz”, e neppure l’epicità di capolavori come “Ugra-Karma” o “Suomi Finland Perkele”, quelli sono tempi andati che non torneranno più, ma se per certi versi possiamo peccare di nostalgia sappiamo in cuor nostro che è giusto guardare avanti. Nel 2021 gli Impaled Nazarene sono ciò che troverete in questa mezz’ora di caos che non fa prigionieri, un massacro collettivo senza precedenti; gli impalatori non hanno mai lesinato violenza e di questo siamo certi, ma qui è diverso, le tredici tracce si susseguono come un carro armato che viaggia alla velocità di una Lamborghini, con le prevedibili conseguenze: attitudine e sudore tipici di un live in un piccolo club, ambientazione ideale per proporre queste composizioni malate ma genuine, proprio come accadeva all’alba degli anni novanta, senza la maledetta tecnologia a farla da padrona.

Si respira aria intrisa di napalm: una band di cinquantenni che credono di essere ancora degli irriverenti ragazzini anarchici contro il sistema ma che suonano con la tecnica di coloro che sono nel giro da oltre trent’anni; e poco importa se i pezzi contenuti in questo disco si assomigliano tutti, la cosa certa è che, dopo averlo ascoltato, non potremmo fare a meno di ascoltarlo ancora. La band ha trovato la quadra giusta senza mai dimenticare il proprio odio verso le istituzioni religiose, nella fattispecie quella cristiana, così come l’amore verso la guerra nucleare e tutto ciò che sia distruzione di massa.

A rimarcare ciò ci pensano titoli come “Goat Of Mendes”, primo e bellissimo estratto del platter, così come mine antiuomo che portano il nome di “Apocalypse Pervertor” e la title track, senza dimenticare le radici  anticristiane dal profumo vintage come “Triumphant Return Of The Antichrist” o “Mutilation Of The Nazarene Whore”, sempre titoli di un certo effetto. Nessun rallentamento, zero riflessioni o smancerie tipiche delle band che cercano di ampliare la loro fan base: ai quattro finlandesi piace stare sul cazzo e fanno della coerenza il loro cavallo di battaglia. Chi ha amato gli Impaled Nazarene sino a oggi non potrà che gioire di avere tra le mani un nuovo disco da ascoltare allo sfinimento; d’altro canto chi li ha odiati, adesso avrà un motivo in più per continuare a farlo.

REVIEW OVERVIEW
Voto
72 %
Previous articleMedieval Demon – Arcadian Witchcraft
Next articleCrucifixion Ritual – Gouging The Eyes Of Angelic Purity
TRACKLIST <br> 1. Goat Of Mendes; 2. Eight Headed Serpent; 3. Shock And Awe; 4. The Nonconformists; 5. Octagon Order; 6. Metastasizing And Changing Threat; 7. Debauchery And Decay; 8. Human Cesspol; 9. Apocalypse Pervertor; 10. Triumphant Return Of The Antichrist; 11. Unholy Necromancy; 12. Mutilation Of The Nazarene Whore; 13. Focault Pendulum <br> DURATA: 32 min. <br> ETICHETTA: Osmose Productions <br> impaled-nazarene-eight-headed-serpent