A Forest – Worn Out

0
975

Pubblicato in edizione limitata a mille copie numerate a mano dalla label messicana Satanic Records, “Worn Out” è una compilation celebrativa che rappresenta, a giudizio di chi scrive, la miglior prova degli A Forest fino ad oggi. Il duo nostrano composto da M. e Mayhem – già compagni di nefandezze in Darkness, The Blessed Hellbrigade e The True Endless – nella prima parte di quest’opera (pezzi da 1 a 6) propone un demo risalente al lontano 2006 ed anch’esso intitolato “Worn Out” e nella seconda parte (pezzi da 7 a 10) materiale inedito registrato in diverse sessioni dal 2011 al 2013. Nonostante la varietà delle registrazioni il risultato finale è estremamente omogeneo: un monolite marcissimo e nero come la pece, che vuole rievocare le atmosfere tetre e mistiche del vecchio black metal di scuola nordica, centrando in pieno l’obiettivo. Gli aficionados di questo genere di sonorità non potranno certamente restare indifferenti all’ascolto di macigni grezzi ed intensi come l’opener, “Visions Of Winter” e la conclusiva “Litany”, canzoni semplici e lineari che fanno dell’aderenza ai classici stilemi darkthroniani il loro punto di forza. Ma gli A Forest non si limitano a svolgere un diligente compitino, perché sanno impreziosire un canovaccio arcinoto con piccole diversificazioni ed elementi affascinanti: dalle melodie insinuanti e sinistre di “Words From Light (Bj)” alle tentazioni pagan-folk dell’epica ed insieme tragica “Dark On Darkness”, passando attraverso i rigurgiti thrash della spigolosa “Crossing The Line Of Reality”. In questo contesto si inserisce bene anche l’oscura parentesi ambient di “Eoh (Taxus Baccata)”, interludio tastieristico composto da Lunaris, ex Opera IX. E così vengono chiamati in causa, a turno e più o meno consapevolmente, primi Nachtmystium, Vargsang, Nordmen, Hellkult, Bilskirnir e Graveland. Insomma un bel campionario di influenze, per un disco che ha nella registrazione zanzarosa e da cantina (per alcuni forse addirittura disturbante) un ulteriore pregio: la sporcizia dei suoni è fondamentale per dare consistenza alle emozioni negative che i nostri intendono trasmettere all’ascoltatore. Bravi davvero. The forest lives inside us…

REVIEW OVERVIEW
Voto
80 %
Previous articleMånegarm – Vargstenen
Next articleSlidhr – Demo I
a-forest-worn-outTRACKLIST <br> 1. A Trial Of Strength; 2. Rule Of Mother’s Pain; 3. Crossing The Line Of Reality; 4. Words From Light (Bj); 5. Eoh (Taxus Baccata); 6. Beginning Of The Cold; 7. Dark On Darkness; 8. Visions Of Winter; 9. A Walk Through The Forest; 10. Litany <br> DURATA: 54 min. <br> ETICHETTA: Satanic Records <br> ANNO: 2014