Nekrokrist SS / Infamous – Split

0
854

Saporito split (originariamente edito in versione tape dalla Hammerbund ed ora ristampato in formato cd dalla Obscure Abhorrence Productions), che farà la gioia dei maniaci del raw black metal più putrido e ortodosso e che vede coinvolte due realtà che declinano questo genere di sonorità in modo simile ma con sfumature differenti. Ad aprire le danze sono i Nekrokrist SS, che sono finlandesi e suonano black metal: e davvero non ci sarebbe bisogno di aggiungere altro, dal momento che il genere ha coordinate ben precise ed i nostri (che hanno alle spalle due lavori sulla lunga distanza: “Suicide” del 2007 e “Der Todesking” del 2013) lo interpretano in modo assolutamente consueto, sulla scia dei vari Forgjord, Calvarium, Clandestine Blaze, Behexen e compagnia, unendo nerissime melodie, screaming lacerante e sporcizia sonora. Nulla di nuovo ma è davvero impossibile non esaltarsi con i tempi sincopati di “Lähtölaukaus” e con il riff trascinante di “Herrani Viha”. Ad accompagnare i finnici troviamo Infamous, one man band sarda che ormai non rappresenta più una sorpresa per i sostenitori della scena underground nostrana e che ultimamente sta dando alle stampe diversi split di sicuro interesse (ricordo quello in compagnia di Solitvdo e Warnungstraum). Il “torrid black metal” di Infamous (per usare la definizione coniata da S.A., mente del progetto) è anch’esso solcato da sinistri squarci melodici ma in questi tre pezzi è il lato più bestiale della musica del nostro a venire in evidenza, con chitarre pastose e colme di riverberi ed un muro sonoro devastante, dal quale emergono urla folli e distanti, il tutto reso attraverso una registrazione ruvida e da cantina. Se amate il black metal tradizionale, tagliente e gelido come una tempesta di ghiaccio, date senza esitazione un ascolto a questo lavoro, che non rivoluziona nulla ma di certo non deluderà le vostre aspettative.