Satanic Warmaster – Fimbulwinter

0
821

Cosa aspettarsi dal nuovo album dei Satanic Warmaster? Nulla, se non il nuovo album dei Satanic Warmaster, nel bene e nel male. A quattro anni di distanza dal precedente “Nachzehrer”, la creatura di Satanic Tyrant Werwolf torna alla carica con questo nuovo full length, ripercorrendo i consueti sentieri stilistici, marchio di fabbrica del nostro fin dagli esordi. “Fimbulwinter” – ovvero il gelido inverno che dovrebbe precedere il Ragnarok nella mitologia nordica – è un concentrato di raw black metal, intransigente, ortodosso e devoto in tutto e per tutto alla vecchia scuola. La qualità della proposta si attesta su buoni livelli, come di consueto, anche se paiono lontani i fasti delle opere di debutto, che restano finora le più convincenti nella discografia di un gruppo che è ormai un’istituzione in ambito underground e gode di un nutrito seguito di fedeli seguaci. Alcuni pezzi riescono comunque ad essere davvero coinvolgenti: come l’iniziale “Fimbulwinter’s Spell”, retta da un’oscura melodia portante, o l’epica e maligna “Nuin-Gaer-Faun”, caratterizzata da inquietanti linee di tastiera che creano un alone notturno e misticheggiante o, ancora, la ruvida “Korppi”, cover dei Vornat, misconosciuta band finlandese attiva nella prima metà degli anni novanta. Ed è proprio a quel periodo d’oro che guarda la musica dei Satanic Warmaster, alla ricerca di una purezza di suono e di attitudine che pare essersi smarrita nel corso degli anni, ribadita una volta di più nella conclusiva strumentale “Silent Call Of Moon’s Temples”, evocativa nenia elettronica che rievoca gli esperimenti di ambient minimale di quel periodo. Per alcuni questo approccio potrà risultare fuori tempo massimo, per altri è il solo modo di concepire e suonare il black metal: resta la realtà di un progetto che molto ha dato alla musica nera, influenzando decine di gruppi, e che molto sembra ancora in grado di dare, almeno finché l’ispirazione si manterrà su livelli accettabili.

REVIEW OVERVIEW
Voto
70 %
Previous articleArs Macabra – Iter In Obscuritates Mentis
Next articleVardlokkur – Med Døden Til Følge
TRACKLIST <br> 1. Fimbulwinter’s Spell; 2. Funeral Wolves; 3. Korppi (Vornat cover); 4. When Thunders Hail; 5. Dragon’s Egg; 6. Nuin-Gaer-Faun; 7. Winter’s Hunger; 8. Silent Call Of Moon’s Temples <br> DURATA: 52 min. <br> ETICHETTA: Werewolf Records <br> ANNO: 2014satanic-warmaster-fimbulwinter