HomSelvareg – HomSelvareg

0
831

Gli HomSelvareg sono una band comasca che ha già avuto modo di farsi notare nell’ambito della scena underground nostrana. Questo omonimo lavoro non è nient’altro che la riedizione del full length di debutto autoprodotto con l’aggiunta di tre pezzi inediti (quelli conclusivi). Niente di nuovo o straordinariamente personale all’orizzonte, ma bisogna riconoscere che i nostri riescono a conferire al loro black metal le giuste dosi di violenza ed atmosfera, privilegiando nettamente le sfuriate al fulmicotone e le cavalcate bestiali sulla scia dei primi Immortal. Anche il feeling gelido ma a suo modo epico che trasuda da ogni nota è figlio illegittimo di album come “Battles In The North” e “Pure Holocaust”. Le cascate di blast beats sono intervallate da break più ragionati e da passaggi cadenzati, ma è sempre la ferocia incontrollata ad essere protagonista indiscussa dei pezzi presenti in questo album. Stilisticamente non è molta la distanza tra gli HomSelvareg ed altri gruppi del panorama italico, quali, ad esempio, Votum Deae, Near e Chelmno; un altro paragone non peregrino potrebbe essere fatto con i Massemord di “Obscura Symphonia” o con gli ultimi Impious Havoc. Siamo sostanzialmente di fronte ad un disco di black metal ortodosso, che guarda con devozione alla tradizione norvegese dei primi anni novanta, un disco onesto che scorre via veloce senza particolari acuti e senza regalare all’ascoltatore nessun episodio di rilievo, ma che riesce comunque a non cadere nel baratro della mediocrità. Siamo di fronte ad un debutto e dunque la sufficienza è guadagnata.

REVIEW OVERVIEW
Voto
60 %
Previous articleDeathspell Omega – Fas-Ite, Maledicti, In Ignem Aeternum
Next articleLitanie – In Nomine Humana, Tenebris
homselvareg-homselvaregTRACKLIST <br> 1. Prologo - Il Canto Della Foresta; 2. Capitolo I - Nelle Alpi; 3. Capitolo II - HomSelvareg; 4. Capitolo III - La Caccia; 5. Capitolo IV - Fuga Del Selvaggio; 6. Capitolo V - Agonia; 7. Capitolo VI - La Morte; 8. Capitolo VII - Ascesa; 9. Lend Your Heart To The Night; 10. The Triumph Hymn; 11. Misanthrope <br> DURATA: 46 min. <br> ETICHETTA: De Tenebrarum Principio <br> ANNO: 2008