Ars Manifestia – The Enchanting Dark´s Arrival

0
878

Debutto discografico per gli Ars Manifestia, one-man band nostrana che fino ad oggi non aveva dato alcun segno di vita. La proposta, descritta come black metal atmosferico, sintetizza una musica comunque dall’impatto forte, aggressiva a prescindere dalle sue tinte più introspettive e misteriose. Forte è il legame di questo “The Enchanting Dark’s Arrival” con i capolavori norvegesi dei primi anni novanta. Se il lato malinconico e disilluso può far tornare alla mente qualche passaggio di burzumiana memoria, gli attacchi frontali mostrano una lontana somiglianza con i primi Emperor. Ma questi sono accostamenti di facciata, a dire il vero l’album che più mi ha ricordato questa proposta è “At The Sight Of The Apocalypse Dragon” degli svedesi Midvinter; davvero molto simili i due lavori. Ascoltando il cd si nota come la proposta sia tutt’altro che semplice o immediata; infatti l’ora scarsa di musica, oltre ad essere di per sé molto sostanziosa, racchiude un numero di riff e di cambi di tempo davvero consistente. Il minutaggio non è privo di qualche calo di tono, però è presente una qualità di fondo indiscutibile, arricchita da idee interessanti ed accattivanti allo stesso tempo. Nonostante sia il solo Harmful, mente della band, ad aver curato tutti gli aspetti del lavoro, anche in ambito esecutivo l’album non presenta particolari pecche. Forse le vocals possono apparire ancora poco incisive; ma nel complesso il disco risulta essere ben strutturato ed eseguito con sufficiente perizia. L’andamento impetuoso, che lascia solo in parte trasparire le venatura più triste dell’opera, è accompagnato da un alone oscuro e sinistro, conferito sia dalla grezza produzione che dal carattere tagliente della musica. I pezzi sono vari anche presi singolarmente e nel loro insieme seguono la stessa linea stilistica, a volte molto dispersiva ma comunque avvincente. Posso dunque etichettare gli Ars Manifestia come una piacevole sorpresa, che probabilmente verrà trascurata dalle solite banderuole che sventolano in giro, troppo impegnate ad osannare con malcelata banalità i soliti nomi. “The Enchanting Dark’s Arrival”, anche se in effetti risulta eccessivamente prolisso, è senza ombra di dubbio un’uscita inaspettatamente valida e consigliata.

REVIEW OVERVIEW
Voto
70 %
Previous articleSirin – Moja Otcina
Next articleMystic Circle – Morgenröte
ars-manifestia-the-enchanting-darks-arrivalTRACKLIST <br> 1. The enchanting dark´s arrival; 2. Hellish heaven; 3. The domain of the moon; 4. From the trascendental starry sky; 5. A just sensation; 6. The white light´s fall; 7. North´s desolation <br> DURATA: 55 min. <br> ETICHETTA: BlackSeed Productions <br> ANNO: 2007