Lascar – Absence

0
1342

One man band di recente formazione proveniente da Santiago (Cile), dietro la quale si cela il factotum Gabriel Jonas Hugo, Lascar approda con questo “Absence” all’esordio sulla lunga distanza, dopo un paio di demo. La copertina, piuttosto inusuale per un disco black, è una riproduzione del “Cervo Morente” opera del 1905 di Karl Wilhelm Diefenbach, pittore vissuto a cavallo tra XIX e XX secolo (e morto a Capri nel 1913), fondatore di una comune, vegetariano, pioniere del nudismo e di una condotta di vita in totale sintonia con la natura (insomma una sorta di hippy ante litteram). Al di là di questo riferimento figurativo, la musica di Lascar penso abbia poco a che fare con le idee di Diefenbach, a parte il concetto dell’equilibrio armonico tra uomo e natura, comune del resto a tutta la corrente cascadian, alla quale la proposta del nostro appare abbastanza facilmente riconducibile, con particolare riferimento a realtà statunitensi come Panopticon e Wolves In The Throne Room. Quello che ci offre questo lavoro è un black metal emozionale, costruito su strutture chitarristiche dense ed atmosferiche, cariche di drammaticità e percorse da melodie talora taglienti talaltra più dolenti e vagamente doom oriented. Vi sono anche sprazzi di chitarra acustica e tappeti tastieristici che ben si inseriscono in un contesto per lo più strumentale, dove la voce è distante e colma di angoscia, quasi a sottolineare l’insignificanza dell’uomo di fronte alla maestosità dei paesaggi evocati dalla musica. I maggiori difetti di questa release risiedono a parer mio nella scarsa autonomia dagli ingombranti modelli e dalle influenze compositive più o meno consce e nell’eccessiva somiglianza tra una canzone e l’altra, che da un lato rende l’album coeso come un continuum inscindibile ma dall’altro fa inevitabilmente perdere forza distintiva (e di conseguenza presa sull’ascoltatore) ai singoli pezzi. Per ora sembrano comunque esserci le basi per dire qualcosa di più interessante in futuro: ascolto consigliato se amate il genere.