Mournful – Black Obscure Metal

0
1692

Giungono al loro secondo demo i napoletani Mournful e dimostrano una buona maturazione rispetto all’esordio “Primordial Chaos” di un anno fa. Abbandonate le tematiche lovecraftiane del debut a favore di lyrics ferocemente antireligiose, i nostri modificano in modo abbastanza evidente anche il proprio sound, in precedenza molto caotico e selvaggio, costruendo in maniera più ragionata la struttura dei pezzi e dimostrando una maggiore consapevolezza delle proprie potenzialità compositive e dei mezzi tecnici a disposizione. Se “Primordial Chaos”, come suggerisce il titolo, era ferocia selvaggia e incontrollata, questo “Black Obscure Metal” è sì violento e devastante ma più preciso e chirurgico, grazie ad una produzione netta e ad un songwriting compatto. Il riffing resta veloce e tagliente, con una patina di sporco che non guasta, a metà strada tra Darkthrone ed Immortal. Il drumming è forsennato e le vocals demoniache come si conviene. I primi due pezzi presentano un break centrale caratterizzato da un arpeggio melodico oscuro e dal flavour epico che crea un’atmosfera sospesa prima che l’assalto frontale riprenda. Ben diversa ed in qualche modo spiazzante è la conclusiva “God’s Suicide”, song sulfurea e trascinata, decisamente atipica con i suoi ritmi lenti e fangosi che vanno a sfociare in territori quasi doom. Il cd-r contiene anche una traccia video di “Decrepit Human Race”, in bianco e nero, con immagini di vermi, cimiteri e boschi, abbastanza suggestivo anche se non memorabile. In definitiva un lavoro discreto e sicuramente interessante, che supera le incertezze degli inizi, nell’attesa dell’eventuale full length.