Sepulchral Curse – At The Onset Of Extinction

0
1066

Nati nel 2013 come costola dei Solothus, i finlandesi Sepulchral Curse giungono con questo “At The Onset Of Extinction” al secondo ep (quello d’esordio, “A Birth In Death”, risale al 2014) e mettono in mostra un’evidente crescita compositiva ed esecutiva che li porta ad inglobare influenze più marcatamente black e melodiche ed a contaminare con esse un sound che continua comunque ad essere legato a doppio filo all’irreprensibile old school death metal degli esordi. Sullo zoccolo duro del più classico death metal di scuola finlandese (Convulse, Demigod o gli stessi Solothus) si innestano infatti divagazioni riconducibili direttamente ai vari Naglfar, Dawn Dissection e Necrophobic ed il tutto è avvolto in un’atmosfera incredibilmente oscura e viene reso con grande freschezza ed immediatezza nonostante il piglio quasi progressivo delle composizioni (specie la lunga suite finale “Disrupting Lights Of Extinction”, che rappresenta un po’ il manifesto dell’attuale stato di salute della band). Sprazzi melodici si alternano a sfuriate belluine in un buon equilibrio tra la profondità nefasta e granitica del death metal e la sulfurea malevolenza di certo black metal, soprattutto di matrice svedese. Quattro canzoni non sono molte per giudicare ma rendono già l’idea di un gruppo che potrebbe sfornare qualcosa di buono in un futuro non troppo lontano.