Atronos – Erwachen

0
504

Gli Atronos ricalcano perfettamente il prodotto confezionato ad hoc dalla casa discografica, in questo caso la stimata Purity Through Fire: musicisti di alcune band del roster, uniti per via della similitudine nel genere proposto o la provenienza geografica o entrambe le cose, messi insieme per lanciare nuovi dischi da immettere su un mercato che mai come oggi risulta saturo di copia incolla. Non ce ne vogliano, ma da un progetto come questo, se conosci le band principali dei componenti, sai esattamente cosa aspettarti senza neppure ascoltare il disco. Non solo puoi supporre la proposta della band, ma anche quando ci sarà un cambio di tempo, un riff o un altro, la struttura dei pezzi e via dicendo. Atronos è l’ennesima creatura di Baptist, dopo Mavorim e Eisenkult. E se i primi sono la sua main band, per visibilità ma anche quantità di lavori prodotti, e gli Eisenkult sembrano concepiti per dare sfogo ad uno spirito più medievale, che vira spesso e volentieri verso lidi più grezzi e punkeggianti, più diretti e meno elaborati, gli Atronos, che vedono la partecipazione di un altro metallaro navigato come Henker (direttamente da band come Ad Mortem, Blodskut e chi più ne ha più ne metta) alla chitarra, basso e synth, sono invece il progetto dal piglio più epico e solenne del nostro paladino.

“Erwachen”, secondo full length dopo il precedente “Fehde”, a distanza di un annetto ci propone una band che suona comunque coesa e con le idee ben chiare. Quaranta minuti di malsano black metal teutonico, in sole cinque lunghe tracce (diversamente che nel debutto), solenne e fiero, tra riff in classico tremolo e melodie decadenti, synth imperiali che creano un sottofondo quasi ipnotico, harsh vocals di tutto rispetto e sprazzi di cantato in clean in puro stile germanico. Tutti elementi che hanno contribuito a rendere i Mavorim piuttosto conosciuti nel panorama estremo mondiale e che ritroviamo puntualmente anche qui, con sfumature leggermente diverse. Composizioni standard, come abbiamo detto, ma al contempo anche abbastanza articolate, che suonano maestose e brutali ma pure eleganti in alcuni frangenti, tra cambi di tempo marcati e momenti più meditativi.

Gli Atronos trasmettono emozioni oscure anche con testi che sembrano collegati tra loro e affrontano temi di carattere esistenziale; il tutto con poco spazio per le sorprese ma messo insieme in modo intelligente. Insomma “Erwachen” offre, né più né meno, proprio quello che ci si può legittimamente aspettare da una creatura di Baptist, musicista poliedrico ma con una visione del black metal molto ben definita. Pur con tutti i limiti del caso, la qualità del disco, che riesce comunque ad entrare in testa ascolto dopo ascolto, è innegabile e chi ama alla follia la scuola tedesca potrà anche pensare di averlo nella sua collezione.

REVIEW OVERVIEW
Voto
71 %
Previous articleUmbra Noctis – Asylum
Next articleSethlans / Pherussna: split in uscita!
atronos-erwachenTRACKLIST <br> 1. Was Uns So Schecklich Hasst; 2. Alles Geht Dahin; 3. Tobsucht; 4. Erwache; 5. Transformation <br> DURATA: 40 min. <br> ETICHETTA: Purity Through Fire <br> ANNO: 2023